Partecipa a Montenero Notizie

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

E se le imbottiture si fissassero con fascette anziché con colla che si stacca?

Chiuso il campetto Belvedere per ripristinare la sicurezza della recinzione. L'occasione per reintrodurre la dottrina del lucchetto?

Condividi su:

MONTENERO DI BISACCIA. Che la colla si stacca pare lo sapesse Fabio De Risio, lo ha detto chiaramente in Consiglio comunale a fine luglio. Ma fosse per lui quel campetto lo chiuderebbe del tutto, forse è il caso di mantenersi nel mezzo. E' di oggi pomeriggio la notizia che il campetto Belvedere, in centro, è stato chiuso perché a molti dei pali della recinzione è stata staccata la protezione imbottita. Si tratta di morbide fasce alte circa due metri, fissate con colla a ognuno dei pali che circondano il campo da gioco e reggono la rete. Servono ad attutire eventuali urti dei giocatori, vista anche la vicinanza – causa mancanza di spazio – del perimetro di gioco alla rete.
Ma le imbottiture di poliuretano sono state staccate o si sono staccate? Anche qui la risposta potrebbe stare nel mezzo. Perché le colle miracolose, che reggono le persone a testa in giù, si vedono solo in televisione grazie a trucchi cinematografici. Nella realtà, far mantenere sotto pioggia e sole qualcosa che è estremamente morbido e mobile come una cosa imbottita è faccenda complicata. Ci sarà un motivo se i ferramentisti quando il cliente vuole una colla spesso chiedono direttamente cosa deve farci. Non è per sapere i fatti altrui, ma perché è l'unico modo per adattare la miriade di prodotti disponibili alla particolare esigenza. E qualche volta capita che si sconsigli l'incollaggio, che si dica di trovare un altro sistema, che quel materiale non si incolla, che forse nemmeno alla Nasa ci riescono.
Ma allora come fissare le imbottiture ai pali? Lo abbiamo chiesto sempre a Fabio De Risio, che di campi da gioco ne ha visti parecchi essendo anche allenatore di calcio, il quale ha candidamente risposto: "Con le fascette, in tre punti". In pratica con banali e facilmente reperibili fascette di cablaggio, quelle usate dagli elettricisti oppure da tutti a Natale per fissare le luminarie al balcone. C'è chi è arrivato a usarle anche per tenere stretti durante la stagionatura grossi salumi come la ventricina, ma i risultati non sarebbero sempre ottimali. Ed effetto ventricina si può chiamare quello che fa la fascetta di cablaggio: si affossa nell'imbottitura, che è perfettamente fissata al supporto e funziona come se fosse incollata, senza staccarsi. Ma se non dovesse essere consentita l'applicazione con effetto ventricina, le ditte costruttrici dotano le protezioni antitrauma di speciali occhielli di ottone per il fissaggio con fascette.
A quel punto i vandali, se di vandali si tratta, dovrebbero munirsi di tenaglia oppure tronchesina a taglio laterale. E tac tac tac tagliare le fascette e staccare le imbottiture. 
In casi del genere non manca chi invoca l'installazione di telecamere, ma fatti due conti costano meno le fascette di cablaggio. E nessuno si sente osservato come nei film 1984, Le vite degli altri e via grandefratellizzando.
La domanda è infine se una volta riaperto il campetto Belvedere si tornerà a tenerlo chiuso col lucchetto e aprirlo, pardon concederlo solo su prenotazione, come è stato fatto subito dopo la sua ristrutturazione e fino al marzo di quest'anno. Dal canto suo l'amministrazione comunale non ha mai nascosto di tenere alla dottrina del lucchetto, chiudere le strutture e aprirle solo su richiesta, a mo' di concessione. E anche in Consiglio comunale, qualche giorno fa, la sindaca Simona Contucci ha parlato con certo sarcasmo di "bella filosofia dei campetti aperti, dove noi dobbiamo sempre intervenire". L'argomento in questione era appunto l'imbottitura dei pali al Belvedere. Il loro distacco e ripristino sarà il casus belli per reintrodurre la dottrina del lucchetto?
Temi correlati:
Atti vandalici al campetto Belvedere, chiuso per riparare le protezioni ai pali della recinzione (02/08/2022)
La fine della dottrina del lucchetto ai campetti sportivi (31/03/2022)

Condividi su:

Seguici su Facebook