San Felice del Molise: diffida al sindaco per conflitto di interessi

Il documento firmato dai consiglieri di minoranza: il neo assunto cugino del primo cittadino

| di La Redazione
| Categoria: Politica
STAMPA
Una veduta di San Felice del Molise

SAN FELICE DEL MOLISE. Quest'assunzione non s'ha da fare e per dimostrare che fanno sul serio hanno inviato una diffida al sindaco e in copia al prefetto di Campobasso. Autori i consiglieri di minoranza Corrado Zara, Nicolino Ferrante e Paolo Mariano, secondo i quali nella selezione di un operaio specializzato vi sarebbe un conflitto di interessi del primo cittadino in persona, in quanto cugino del neo assunto.
Tutto ha avuto inizio lo scorso febbraio, quando con la determina n. 8 si dava avvio alla selezione di un operaio fra gli iscritti alle liste di collocamento. Quest'ultimo ente il 15 luglio ha trasmesso al Comune di San Felice l'elenco dei candidati, dei quali uno solo era idoneo e altri cinque esclusi (quattro per mancanza di requisiti richiesti al punto b, l'altro per quelli del punto j). Il 20 luglio la giunta comunale guidata da Fausto Bellucci ha proceduto così alla nomina della Commissione esaminatrice. Ed è qui che secondo i consiglieri del gruppo Insieme per San Felice è maturata l'illegittimità dell'atto. Questo perché il sindaco, "in palese conflitto di interessi, ometteva di astenersi in presenza di parenti entro il quarto grado" si legge nella diffida. Il candidato idoneo, detto altrimenti, era il cugino del primo cittadino e questi alla riunione di giunta che ha nominato la Commissione non avrebbe dovuto esserci. Almeno questo è quanto sostengono i suoi tre avversari di minoranza, che chiedono "di annullare in via di autotutela il concorso in oggetto perché emerge a nostro giudizio un grave conflitto di interessi, che va a violare il principio di trasparenza ed imparzialità della pubblica amministrazione". Da qui l'avvertimento "che qualora decorsi 30 giorni dalla presente non venga annullata la procedura, si procederà a segnalare detti atti alle autorità competenti". La diffida è del 25 settembre, il termine è in scadenza

La Redazione

Contatti

redazione@monteneronotizie.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK