Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

E' arrivata la fibra ottica a Montenero

| di Davide Vignoli
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

MONTENERO DI BISACCIA. Dopo anni di attesa, anche nel centro bassomolisano è stata attivata la fibra ottica. Certo, si tratta solo di una prima tranche, che ancora non comprende tutto il territorio comunale, ma per i cittadini è importante sapere che qualcosa si muove, che l’attesa non è stata vana. L’azienda che ha provveduto ad attivare la fibra a Montenero è la TIM, tuttavia il quadro non sarebbe completo senza citare anche il suo principale concorrente: Open Fiber. Questo perché alla decisione di TIM di coprire in fibra Montenero sospettiamo che non sia del tutto estranea la consapevolezza del “fiato sul collo” che appunto l’operatore wholesale-only ha messo all’ex-monopolista. Inoltre, per dovere di cronaca, dobbiamo precisare che la copertura di TIM è stata realizzata in FTTC (fiber to the cabinet, fibra fino all’armadio), mentre quella di Open Fiber sarà in FTTH (fiber to the home, fibra fino in casa). La differenza non è un mero tecnicismo per addetti ai lavori, perché la conseguenza è che la velocità massima della rete TIM sarà di circa 200 Mbps (e solo per chi abita vicino all’armadio), mentre la velocità massima della rete Open Fiber sarà di circa 1000 Mbps, indipendentemente dalla distanza dall’armadio. Ma questo non deve rovinare la nostra gioia di oggi: la FTTC di TIM è comunque un grandissimo passo avanti rispetto alla preistorica (e lenta) ADSL a cui i cittadini monteneresi erano costretti ad affidarsi fino a ieri per smart working e videolezioni dei ragazzi, con i risultati a cui siamo purtroppo abituati: video a scatti e audio che spesso si interrompe. Addirittura nel caso degli studenti universitari una disconnessione durante un esame può portare al suo annullamento, con conseguenze psicologiche non indifferenti per lo studente, che vede vanificato lo studio di mesi interi. Con la novità di oggi i monteneresi si sentiranno più inclusi nella comunità digitale italiana, che è sempre più un sinonimo di comunità civile e politica. Un’altra prospettiva che ci fa ben sperare è che tra qualche mese (ad Aprile) è prevista l’attivazione della rete FTTH di Open Fiber: a quel punto il nostro paese sarà, per quanto riguarda le connessioni a Internet, allo stesso livello di grandi città come Roma e Milano.

Davide Vignoli

Contatti

redazione@monteneronotizie.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK