La solidarietà che ridona il sorriso dopo un furto

A Mafalda una colletta per donare l'allarme alla tabaccheria "Il corso"

| di Rossano D'Antonio
| Categoria: Cronaca
STAMPA

MAFALDA. Uno di quei gesti che a volte rendono i piccoli paesi un posto migliore di altri: la solidarietà spontanea, e giovane, dopo un furto che, non bastasse il già difficile momento, si accanisce contro un’attività commerciale. Ne sa qualcosa Matilde Turdò, titolare della tabaccheria “Il corso”, vittima lo scorso 22 febbraio di un furto nel cuore della notte e che ha voluto raccontare a Montenero notizie l’evolversi inaspettato e almeno in certa misura felice di quella brutta esperienza.
Quando è successo Mafalda al pari di tutto il Basso Molise era in zona rossa ed evidentemente i ladri non sono stati fermati nemmeno dal lockdown. Così, dopo aver tagliato la serranda del locale, sono entrati e hanno portato via tutte le sigarette e altri prodotti, per un valore complessivo di circa settemila euro. Nel vicinato non si sono accorti di nulla e, racconta Matilde, forse è meglio così, “perché non si sa mai come può andare a finire se si cerca di intervenire”.
Ma è a distanza di un mese che arriva la piacevole sorpresa dopo tanta amarezza: una ditta si presenta alla tabaccheria per installare un impianto di allarme. A ordinare, e offrire, un gruppo di concittadini, soprattutto giovani ma non solo, che hanno fatto una colletta. Matilde, visibilmente commossa, accetta la solidarietà dei compaesani, non nuovi a gesti del genere quando altri mafaldesi si sono trovati di fronte a difficoltà impreviste. “Non ha prezzo sentirsi dire ‘Abbiamo voluto farlo perché ti vogliamo bene’. – racconta – Molti di loro sono giovani che ho visto crescere in questi venticinque anni di attività”. La tabaccheria rappresenta infatti il coronamento del sogno di un’attività in proprio.
Matilde Turdò vuole perciò ringraziare la generosità ricevuta, dei compaesani e dei familiari, in questa e anche in altre occasioni. Infine riesce a sdrammatizzare e ritrovare il sorriso: “Per la prima volta dopo venticinque anni non ho dovuto spostare le sigarette per pulire la polvere, le avevano tolte tutte loro (i ladri n.d.r.)”. La solidarietà che diventa più forte dei malviventi.

Rossano D'Antonio

Contatti

redazione@monteneronotizie.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK